Hinges Technology, Dies and Metal Forming

Bava di trancia e spigolo vivo di trancia

Bava di trancia e spigolo vivo di trancia

Bava di trancia e spigolo vivo di trancia

Scopriamo la differenza tra i taglienti dei due bordi, spesso confusi e travisati

Una disputa continua

A tutti gli stampisti capita o è capitato di confrontarsi con i clienti sul merito della bava di trancia, dello spigolo di tranciatura, della qualità della tranciatura e del suo taglio. Spesso si generano discussioni per via di interpretazioni tecniche che partono da convinzioni che non tengono conto della tecnologia impiegata per realizzare i pezzi oggetto della disputa. Vediamo di fare chiarezza.

Cosa è la tranciatura

La tranciatura è un procedimento meccanico realizzato con matrici e punzoni, con il quale viene ‘tagliata’ la lamiera al fine di generare particolari dalle forme più diverse e i cui profili risultano netti e taglienti. Quindi primo punto fermo della discussione:

TRANCIATURA = PROFILO CON SPIGOLI VIVI

Cosa è la bava da trancia

La tranciatura genera un naturale e progressivo consumo dei profili di taglio di matrici e punzoni che incrementa con l’aumento delle stampate realizzate. Se le parti taglienti non vengono manutenute regolarmente mediante rettifica incombe la comparsa della bava di tranciatura.

La bava di trancia è costituita da materiale che, anziché essere tranciato nettamente, viene ‘strappato’. Questo strappo fa si che sul prodotto si riscontri una bava di trancia, la cui caratteristica principale è quella di essere rilevabile su una sola faccia del prodotto tranciato.

bava di trancia

bava di trancia

La consistenza della bava dipende direttamente dalla corretta e preventiva manutenzione dello stampo: lo stampo deve essere manutenzionato periodicamente e in maniera corretta e competente.

Cosa è lo spigolo vivo

Evidenziamo subito cosa si intende per spigolo vivo e bava dopo la tranciatura:

  • Lo spigolo vivo si presenta omogeneo lungo tutto il profilo del pezzo e non aumenta lo spessore della lamiera in prossimità dei bordi;
  • la bava è una presenza intermittente, su un unica faccia, che altera l’omogeneità del profilo e incrementa lo spessore della lamiera in prossimità dei bordi.

Se il particolare prodotto con tranciatura ha un immediato uso, quindi manipolato così come da produzione, ogni bordo che dia una sensazione tagliente può diventare oggetto di analisi da parte del cliente.

Nonostante ci siano norme di riferimento in materia di spigoli, che ne definiscono il limite di accettabilità, quando queste non sono specificate sul disegno la valutazione soggettiva del profilo può portare a conclusioni discordanti fra Cliente e Stampista: per il Cliente è bava, per lo Stampista è spigolo vivo.  In tali situazioni le parti cercano di imporre le proprie ragioni: le ragioni tecniche e progettuali dello stampista contro le ragioni soprattutto economiche e costi aggiuntivi del cliente.

La confusione nasce per la mancata definizione in partenza del grado di accettabilità della qualità dei bordi: per evitarla lo stampista deve spiegare al cliente questo aspetto della tranciatura in fase di progetto e studio del disegno e, dove possibile, insistere nel riportare sul disegno quanto definito a livello di studio.

L’assenza di spigolo

L’assenza dello spigolo si può ottenere direttamente dallo stampo se progettato con questo scopo, oppure da operazioni aggiuntive che vanno ad incidere sul costo finale del pezzo.

Ci sono molte operazioni aggiuntive che possono diminuire o eliminare lo spigolo:

  • burattatura
  • vibratura
  • sabbiatura
  • coniatura dei bordi

Alcune di queste operazioni possono essere già previste nel ciclo di produzione del particolare, come ad esempio la coniatura.

Definire gli obiettivi

Lo stampista che studia il pezzo da realizzare deve prevedere e anticipare il problema bava intervenendo già dalla prima fase di studio dello stampo:

  • informare il proprio Cliente della questione bava
  • definirne con il Cliente l’eventuale accettabilità della bava

Per lo stampista è fondamentale sapere in partenza quale livello di qualità devono avere i profili tranciati. Coinvolgere e condividere il cliente su questi aspetti garantirà il buon esito del progetto e del prodotto tranciato.

Impatto economico della bava

Capita spesso che una nota a disegno che richiede assenza di bava e spigoli vivi generi incomprensioni di carattere tecnico qualitativo ma soprattutto di carattere economico. Per il Cliente saper distinguere tra bava, spigolo vivo e assenza di spigoli è fondamentale per:

  • definire con esattezza il livello qualitativo desiderato
  • assicurare l’economicità del prodotto in base alla sua funzione
  • evitare esasperazioni tecnologiche inutili e i relativi incrementi di costo

Il progettista di stampi deve essere visto come un partner, un consulente a fianco del Cliente che attraverso le proprie competenze e professionalità identifica le problematiche che vale la pena affrontare e risolvere per raggiungere gli obiettivi prefissati. Un Partner fondamentale per produrre in economia e competitività.

HAI DOMANDE? COMPILA IL FORM

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*